L’ottava seduta di Cake Therapy…l’importanza del tirarsi su

 

Avete presente quando siete sull’autobus, al parco o al ristorante…e vi ritrovate a sentire le conversazioni delle persone? O ad assegnargli storie come se fossero i protagonisti del vostro telefilm personale? A me succede spesso, scaccia via la noia quando non hai nient’altro da fare ed a volte escono fuori cose davvero buffe. Poi nelle giornate davvero “No” sembra che le cose buffe ti vengano incontro apposta, come se il karma volesse darti  un abbraccio e non sapesse come fare. Quindi se la vostra giornata fosse iniziata male, vi presento il mio “abbraccio” per eccellenza, una delle cose più carine che abbia mai visto. Per una settimana di seguito in vacanza, pomeriggio al parco, più o meno alla stessa ora arrivavano di corsa due cani – un bulldog ed un carlino – che lasciata la padrona non si sa dove si tuffavano a gran velocità nella fontana. Adorabile no? Ma non è finita! Mentre il carlino lo seguiva sul bordo incitandolo a gran voce, il bulldog si faceva “le vasche” girando per la fontana almeno 4 o 5 volte…dopo di che uscivano. Nella mia testa li avevo soprannominati “il cane bagnino” e “la promessa del nuoto canino”. Ve li presento:

Notare la tenacia del carlino bagnino: se la Roma avesse lui come allenatore!

Quella vestita da Sampei e con i capelli a carciofo come al solito sono io…giusto per non far sembrare che il mio ragazzo fosse uno stalker di cani e fotografasse il cane della signora che si buttava in acqua (cosa che in realtà ha fatto, io sono un accessorio nella foto!)

Non vi sentite già meglio? Volete di più? Bene, oggi per pranzo vi lascio ben due proposte che col minimo sforzo vi daranno tanta soddisfazione!

 

CUPCAKES AL PARMIGIANO

Graziosi eh? Sembrano dolcetti ma sono dei mignon salati :)

Ingredienti per 9 mignon in uno stampo da cupcake: (io ho quasi triplicato perché li ho serviti ad una cena in piedi, si possono preparare fino a 2 giorni prima e ripassare in forno/decorare al momento)

Fate bollire l’acqua e versate la farina per polenta il sale 2 cucchiai d’olio e 50 gr di parmigiano leggero, quindi mescolate fino ad una consistenza media e stendete su un foglio di carta forno. Mettete nella teglia doppio pirottino. Mescolate la robiola ai 50 gr di parmigiano forte ed ai salumi unendo delle erbe per stemperare (io ho usato la salvia). Tagliate delle striscioline alte due dita di polenta e sistematele nei pirottini ricalcando il bordo. Con un bicchierino fate dei tondini da mettere al centro. Riempite con la cremina ed i salumi e chiudete con un altro tondino. Spennellate d’olio e passate in forno a 220° per 20 minuti. Intanto con lo sbattitore montate la panna e unite la ricotta ed il parmigiano leggero rimasto. Con una sac a poche (io ho usato la sac a poche usa e getta della CIS srl  con un beccuccio piazza) decorate velocemente il “cupcake” e delle roselline di prosciutto e servite. Sono buoni anche freddi :)

Con questi cupcake ho vinto il contest di Rosso Lampone! Che felicità! :)

PAPPARDELLE INTEGRALI LIGHT ALL’ARANCIA AMARA E TONNO

Ingredienti per 4 persone (io ho moltiplicato per 10 e messo in freezer la pasta pronta da cuocere…ma io sono una megalomane! 😀 )

CONDIMENTO:

  • 1 scatoletta grande di tonno al naturale
  • 2 arance amare non trattate (io ho usato  Kitrinos)
  • Olio Extravergine di Oliva’ “Terre Rosse”

Amalgamare tutti gli ingredienti per la pasta in un’impastatrice o nella macchina del pane…o al limite a mano :) Se necessario aggiungete qualche cucchiaio d’acqua fredda. Fate riposare almeno mezz’ora e stendete non troppo sottile col mattarello o la macchina per la pasta. Tagliate delle strisce e lasciate riposare almeno un quarto d’ora …oppure congelate! Quando vi servirà cuocete direttamente dal freezer senza scongelare. Cuocete per pochi minuti in acqua bollente salata.

Per il condimento mettete da parte la buccia grattugiata delle arance e spremetele. Fate bollire il succo con due cucchiai di olio d’oliva finché non sarà dimezzato…fidatevi! :) Amalgamate il tonno al succo aggiungendo qualche cucchiaio di acqua della pasta e condite le pappardelle. Completate con la buccia grattugiata e servite :)

Avrete ottenuto un piatto di pasta soddisfacente ma ricco di fibre e con pochi grassi!

Con la ricetta delle Pappardelle Integrali all’arancia amara e tonno partecipo al contest di La Scimmia Cruda “Ci rimettiamo in forma?” …tantissime idee da copiare! :)

banner-raccolta

Con amore,

Benedetta

Note sugli ingredienti:

Il Caseificio San Salvatore è una cooperativa che deve la qualità dei suoi prodotti alla passione per il proprio lavoro da parte di una vera e propria famiglia di persone che utilizzano da tre generazioni gli ingredienti più genuini per un risultato finale che comunichi ai consumatori l’amore e la dedizione per la propria terra e per la tradizione.

La Kitrinos non è un’azienda ma una vera e propria famiglia di agrumicoltori che dal 2007 hanno fatto della riscoperta degli agrumi italiani la propria missione per far sì che la frutta che coltivano con amore e passione arrivi sulle nostre tavole al posto dei prodotti importati e di incerta provenienza e produzione. Dalle parole di Mario: ” Gli agrumi di kitrinos vengono prodotti in Sicilia alle falde dell’Etna da una famiglia siciliana. Nel solco della più genuina tradizione agrumicola della Sicilia, niente “chimica” dalla coltivazione alla raccolta! Non saranno tutti uguali, non saranno tutti belli, ma sono di sicuro succosi, gustosi, genuini e sani!”

L’azienda Cis srl, ormai alla seconda generazione, offre dal 1979 una vasta gamma di prodotti innovativi e di qualità, senza dimenticare il rispetto per l’ambiente con una vasta gamma di risorse ecosostenibili. Diventati ormai un punto di riferimento sia per i privati che per i professionisti del settore alberghiero e della ristorazione, puntano ad offrire un servizio di qualità che tenga conto delle esigenze e del mercato con una gamma di offerte sempre più ampia.

Le Fattorie Osella basano la qualità dei propri prodotti su metodi tradizionali ed impianti moderni, senza tralasciare la sensibilità all’ambiente e alla salute del consumatore. Ogni formaggio viene realizzato utilizzando il latte degli allevatori piemontesi a non più di 50 km dal caseificio e può garantire il più elevato standard nella sicurezza, negli ingredienti di base e nel gusto.

 

L’olio extravergine di oliva dell’Azienda Agraria Hispellum viene prodotto nel pieno rispetto della natura secondo la filosofia dell’agricoltura biodinamica in cui un’azienda non sfrutta la terra in modo disordinato per ricavarne prodotti ma la cura e la custodisce affinché rimanga sempre più fertile e produttiva nel tempo. L’olio che viene venduto con questo marchio viene prodotto esclusivamente con le loro olive raccolte a mano e curate attentamente dalla semina alla molitura. Garantiscono qualità tracciabilità ed onestà nel proprio prodotto, come potete leggere nel loro sito web.

L’azienda Molino Chiavazza dal 1955 mette al primo piano la qualità dei prodotti e del servizio, tenendo conto con flessibilità ed arguzia delle esigenze dei consumatori e delle loro preferenze, entrando così nel cuore di ogni famiglia. Offre diverse gamme di farine e preparati, da quelle veloci per preparazioni “sprint” o per dolci a quelle più classiche e conosciute per uso personale o professionale, tutto preparato utilizzando ingredienti finemente controllati e seguiti fin dalla semina.

20 pensieri su “L’ottava seduta di Cake Therapy…l’importanza del tirarsi su

  1. Benedetta, ma sei tu!!! Adesso ho ricollegato il tuo nome, la tua faccia ad uno dei primi contest in squadra a cui ho partecipato, questo mi rende ancora più felice del tuo primo posto!!
    loredana

  2. ah ah ah ah ah lo stalker!!! sei troppo forte!!! ottimi i cupcakes al parmigiano e anche molto belli ma non disdegno nemmeno le pappardelle!!!un bacio simpa!!!

  3. la favola, perchè sembra tale, dei cani è bellissima, divertente e ha fatto sorridere anche me, che sto passando un periodo no. Poi non parliamo di quelle chiccherie che avrei mangiato in piedi, seduta e persino a testa in giù, vale? So fare pure quello! E le pappardelle sono un invito a nozze per una giornata sì! Complimenti, baciotti e ronron Helga e Magali

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.