Simil – Ricciarelli … i biscotti con due ingredienti soltanto

Frase di circostanza: E’ passato tantissimo da quando ci siamo visti.

biscotti ricciarelli veloci alle mandorle due ingredienti latte condensato

Riprendere un blog dopo mesi di silenzio radio è un po’ come quando non senti qualcuno da un po’ di tempo.

I primi giorni qualunque cosa fai ti viene in mente “ah ora glielo dico” oppure “oh questo gli piacerebbe da morire”…ti riprometti di chiamare, ma per qualche motivo il momento giusto passa. Nella tua testa però il tempo non passa, siete ancora migliori amici.

Cominci a pensare che appena hai un attimo lo chiami, ma poi gli impegni sono tanti, gli attimi preziosi e il tempo passa. Ti sforzi di ricordare l’ultima volta che avete parlato…era..? No, quel giorno non c’era. E…no, quell’altro non eri andato tu.

Potresti fare una telefonata di riavvicinamento: ti metti lì, decidi un giorno, un momento che sei libero …ma che odio quei silenzi imbarazzanti al telefono eh? E non sai neanche da che parte iniziare, cosa dire…e rimandi ancora. Se deve succedere succederà.

A quel punto aspetti il momento giusto, magari il suo compleanno o Natale ma alla fine ti dici anche: sì io non l’ho chiamato fino ad adesso … ma lui pure non è che si sia fatto sentire no? Forse doveva andare così. E il capitolo si chiude, amen.

Che depressione. Ci vuole una torta.

Arrivata al punto in cui solo l’idea di scrivere sul blog mi induceva stranissime ansie da prestazione – di cosa si scrive dopo mesi di silenzio? Cosa vale abbastanza la pena da meritare una foto E un post con la ricetta quando io stessa ho dovuto fare tre tentativi per ricordarmi la mia password per scrivere?

Quando ho fatto questi biscotti ho capito. Sono più che facili, più che veloci e fanno stare bene…un po’ come mandare un sms ogni tanto per dire “Ti penso, ci prendiamo un caffè?”.

 

BISCOTTI SIMIL – RICCIARELLI

solo due ingredienti e pronti in mezz’ora

biscotti ricciarelli veloci alle mandorle due ingredienti latte condensato

Ingredienti per circa 45 biscotti:

  • 1 lattina da 400 gr di latte condensato (al supermercato di solito è vicino al cacao amaro o al caffè solubile)
  • 400 – 500 gr di farina di mandorle (dipende quanto volete “tosto” il biscotto, con 400 grammi la consistenza è quella del Ricciarello)

zucchero a velo per copertura

gocce di cioccolato / canditi / frutta secca opzionali

 

Mescolate il latte condensato alla polvere di mandorle. Se usate 400 gr di polvere di mandorle l’impasto sarà appiccicoso, potete lavorarlo con le mani bagnate o metterlo in frigorifero per un’oretta. Fate delle palline grandi quanto una noce, schiacciatele leggermente e rotolatele nello zucchero a velo. Cuocete a 170° per 15 minuti scarsi. Anche se i biscotti sembreranno troppo morbidi tirateli fuori comunque: seccheranno freddandosi. In fase di impasto potete aggiungere aromi (limone, vaniglia, rum) cacao canditi frutta secca o gocce di cioccolato…non consiglio di aggiungere zucchero perché dato che è tutt’intorno li renderebbe stucchevoli. Questi biscotti rimangono morbidi anche più di qualche settimana dentro una scatola di latta e sono buonissimi: soffici ma consistenti, dolci e dal delicato aroma di mandorla.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Con amore,

Benedetta

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.